In viaggio sulla FL3 Roma – Viterbo

anguillara-sabazia-vista-aerea
Una linea ferroviaria molto interessante per turisti e romani in cerca della classica gita fuori porta è la Ferrovia Laziale n. 3, che unisce la Capitale con il capoluogo della Tuscia. Tutti i treni della linea passano per Roma Ostiense (interscambio con Metro B), Roma Trastevere (interscambio con ferrovia per Fiumicino Aeroporto, e capolinea del tram 3 e fermata del tram 8), Roma San Pietro (capolinea bus 64) e Valle Aurelia (interscambio con Metro A); alcuni allungano fino a Roma Tuscolana e Roma Tiburtina (interscambio con linee nazionali, TAV e Metro B). Nella tratta Roma – Cesano di Roma è attivo il servizio metropolitano, con 4 treni per ora nelle fasce di punta; fino a Bracciano sono garantiti 2 treni per ora (orario di punta); oltre il servizio diventa regionale, con soltanto 1 treno ogni ora (orario di punta). I tempi di percorrenza sono circa 1h per la tratta Roma – Bracciano e 2h per la tratta Roma – Viterbo. Alcuni treni, chiamati diretti, effettuano soltanto le fermate principali, accorciando le distanze tra la Capitale il suo territorio.
Fino a Bracciano

Le prime due fermate lasciato il tratto urbano sono Anguillara e Bracciano: sono le destinazioni per chi vuole tuffarsi nel lago di Bracciano. La stazione di Anguillara è distante dal centro e dalla costa: una volta scesi dal treno sarà necessario aspettare il bus navetta; quella di Bracciano, invece, è nel cuore del paese, perfetta per chi vuole visitare il castello e il borgo medievale. All’esterno della stazione ferroviaria c’è quella dei taxi, gli unici del territorio: con pochi euro permettono di raggiungere il lago o il Museo Storico dell’Aeronautica Militare di Vigna di Valle, in alternativa al poco frequente autobus urbano (linea D).

Da Manziana a Capranica

Subito oltre la tratta sub-metropolitana c’è Manziana: la stazione è vicina al centro (a distanza pedonabile), ma i punti di interesse del paese, come la Callara e il bosco di Macchia Grande, sono distanti. La Proloco, in estate, è molto attiva nell’organizzazione di sagre e feste paesane.

Il primo paese della Provincia di Viterbo che si incontra è Oriolo Romano: il treno ferma poco oltre il centro, a una distanza ancora percorribile a piedi. Nel paese ci sono Palazzo Altieri, interessante museo statale aperto al pubblico (la prima domenica del mese è gratuito) e le rinomate olmate, vie alberate di grande valore storico, urbanistico e naturalistico. Anche Oriolo è molto attivo nel campo delle manifestazioni estive: eventi di rilievo sono i MUSO festival, festival musicale di fine luglio, e la sagra del fungo porcino, kermesse gastronomica di fine settembre.

Presso la stazione di Capranica c’è una delle due piattaforme di giratura per locomotive a vapore ancora funzionanti del Lazio: non di rado diventa la meta delle corse speciali turistiche su treni storici o set cinematografico. Il paese, a distanza da coprire con automezzo, è un grazioso borgo manieristico. Nella chiesa di San Francesco è conservato un affresco raffigurante Sant’Antonio da Padova attribuito a Michelangelo.>

Vetralla e Viterbo

Vetralla è uno dei centri principali della Tuscia, tappa lungo la via Francigena. Il centro è grazioso e ben valorizzato da numerose iniziative dell’amministrazione e delle locali associazioni. La chiesa di San Francesco conserva il più importante ciclo pittorico francescano dopo quello di Assisi.

Nella città di Viterbo batte il centro storico medievale più grande d’Europa, lo spettacolare quartiere San Pellegrino. La stazione più vicina è quella di Porta Romana, che è spesso il termine della corsa (alcuni treni proseguono fino a Porta Fiorentina). Chi capita a Viterbo non può mancare piazza San Lorenzo, su cui sorge il Palazzo dei Papi, dove, tra il 1268 e il 1271 vi si svolse il conclave più lungo della storia. Fu in quella occasione che nacque l’espressione conclave: dopo anni di attesa i viterbesi, esasperati dall’impasse, chiusero a chiave i cardinali dentro l’edificio, razionando loro il vitto e arrivando anche a scoperchiare il tetto: di lì a poco sarebbe stato eletto Gregorio X.

Per sapere quando sono in programma feste, sagre, eventi particolari in queste località visita www.visitbracciano.it

In viaggio sulla FL3 Roma – Viterbo ultima modifica: 2017-10-11T19:34:43+00:00 da Gianluca Punzi

Leave a Reply