5 escursioni da fare in treno se vivi o soggiorni a Roma

Se sei a Roma per turismo, o comunque temporaneamente, con molta probabilità sei a piedi: i mezzi di trasporto della Capitale non sono il massimo per copertura o efficienza, ma la rete è pur sempre quella di una metropoli, così come il traffico e la difficoltà a trovare parcheggio.

Se invece ci vivi, probabilmente sei un utente Metrebus: perché non sfruttare il tuo abbonamento per visitare la provincia?

Le Ferrovie Laziali

Roma è collegata con la sua regione tramite 8 linee ferroviarie suburbane, denominate FLx (Ferrovie Laziali): FL1 Orte – Fiumicino Aeroporto, FL2 Roma Tiburtina – Tivoli, FL3 Roma Tiburtina – Viterbo Porta Fiorentina, FL4 Roma Termini – Velletri / Albano Laziale / Frascati, FL5 Roma Termini – Civitavecchia, FL6 Roma Termini – Minturno-Scauri, FL8 Roma Termini – Nettuno. Nelle porzioni urbane di alcune di queste linee (cioè lungo il tratto ferroviario ricadente all’interno del Comune di Roma) si effettua anche un servizio metropolitano, con collegamenti più frequenti e fermate in tutte le stazioni.

Entro i confini amministrativi di Roma Capitale ci si può spostare liberamente con il BIT, il biglietto a tempo (100’) valido sui bus, treni, metropolitane e corriere della Capitale, o con il biglietto ferroviario a tariffa anello (1€ da qualsiasi stazione a qualsiasi stazione, anche con cambi intermedi). Oltre scatta la tariffa chilometrica.

Un trucco per risparmiare (e non pagare due volte la tratta urbana)

Spesso per raggiungere una stazione ferroviaria bisogna percorrere un tratto con i mezzi locali (metropolitana, tram, autobus), acquistando il biglietto del BIT (o utilizzando l’abbonamento): si ha già in mano, dunque, un titolo di viaggio che dà diritto a salire sul treno e proseguire il viaggio fino all’ultima stazione ricadente nel territorio del Comune di Roma. Immaginiamo di voler raggiungere il paese di Anguillara Sabazia, lungo la linea FL3 Roma – Viterbo. Un tragitto tipico prevede di prendere la Metro B fino alla stazione di interscambio di Roma Ostiense, per poi salire sul primo treno per Bracciano o Viterbo.

Il BIT (o l’abbonamento) che ho acquistato per il tratto in metropolitana mi consente di proseguire fino alla stazione di Cesano di Roma: per proseguire fino alla cittadina sul lago di Bracciano basterebbe acquistare il biglietto ferroviario minimo, da 10km (costo 1,10€). In realtà non potendo acquistare il biglietto sul treno (pena il pagamento di una sovrattassa) né potendo obliterare a Roma Ostiense il chilometrico Cesano di Roma – Anguillara, le possibilità sono due: scendere a Cesano di Roma, acquistare il biglietto per Anguillara, e risalire sul treno successivo, oppure acquistare il biglietto Roma Ostiense – Cesano di Roma (2,60€), perdendo 1,50€ a passeggero.

C’è però una soluzione pratica: prima di salire sul treno (o anche dopo, gallerie permettendo) posso acquistare il biglietto Cesano di Roma – Anguillara sul sito di Trenitalia o, meglio ancora, attraverso l’app ufficiale. Il biglietto elettronico viene emesso già obliterato e non presenta nessuno dei problemi menzionati: se il controllore passa prima di raggiungere Cesano si mostrerà il BIT (o l’abbonamento), se passa dopo basterà mostrargli il biglietto elettronico. Se passa due volte (mai capitato) gli si mostrerà prima l’uno e poi l’altro.

In viaggio sulla FL3 Roma – Bracciano – Viterbo

5 escursioni da fare in treno se vivi o soggiorni a Roma ultima modifica: 2017-10-18T12:45:44+00:00 da Gianluca Punzi

Leave a Reply