Categories: news

Sondaggio IPR sull’inquinamento


Italiani ed inquinamento globale: tutti i dettagli in un sondaggio ipr marketing

Nel corso di una delle ultime puntate di Porta a Porta è stato mostrato un sondaggio IPR Marketing, istituto di ricerche ed analisi di mercato, sull’atteggiamento che hanno gli italiani di fronte all’inquinamento globale.

I dati emersi sono interessanti e allo stesso tempo curiosi poiché mostrano che gli italiani intervistati sono consapevoli dei rischi e dei danni all’ambiente ma se chiamati a dare un contributo concreto per migliorare la qualità dell’ambiente non muoverebbero un dito.
Lo conferma Antonio Noto di IPR che dice “E’ come se gli italiani vedessero l’inutilità di certi provvedimenti, quasi a dire ne posso fare a meno”.

Ma vediamo nel dettaglio i risultati del sondaggio. Per il 55% degli intervistati le targhe alterne sarebbero un valido aiuto per ridurre l’inquinamento dell’aria, rispetto al 35% che si mostra contrario. Risposta positiva anche all’eventualità di abbassare di due gradi la temperatura dei riscaldamenti, il 50% contro il 42% che è sfavorevole. Riscontri positivi si registrano inoltre alla possibilità di abbassare i limiti di velocità dell’auto di 20 km/h per il 52%, pollice in giù invece per il 39%.

Tutti i buoni propositi degli italiani interpellati vengono però spazzati via dalla possibilità di portare nella vita quotidiana queste misure cautelative. Le percentuali dei si si abbassano drasticamente quando si chiede agli italiani se sarebbero disposti a lasciare a casa l’auto per muoversi con i mezzi solo il 26% sarebbe favorevole contro il 74% che si dice contrario. Aumenta la percentuale dei voti sfavorevoli allorchè si chiede loro di abbassare di due gradi i riscaldamenti senza una norma che lo imponga, il 92% dice no e solo l’8% dice si. Il divario fra si e no diventa enorme quando si parla di diminuire la velocità dell’automobile di 20km, solo il 7% lo farebbe mentre ben il 93% è contrario.

Insomma il sondaggio di IPR mostra quanto gli italiani siano sensibili alle tematiche ambientali ma non al punto tale da sacrificare i propri privilegi.

staff

Share
Published by
staff

Post recenti

Cosa fa un Growth Hacker? Perché funziona il growth hacking?

Se stai leggendo questo articolo ti sarai posto almeno una volta queste domande. Il libro di Raffaele Gaito, Growth hacker.…

10 mesi ago

Giorni settimana inglese pronuncia

La conoscenza dell'inglese al giorno d'oggi è fondamentale, di notevole importanza per riuscire a lavorare negli ambiti più disparati, esercizi…

12 mesi ago

Mobili prodotti in Italia in vendita su Pignataro Shop

Oggi per arredare casa si ha davvero l'imbarazzo della scelta sul negozio da scegliere per comprare il mobilio, soprattutto nel…

1 anno ago

Tutti i vantaggi di Amazon Prime

Amazon Prime: tutto quello che devi sapere Acquisti spesso su Amazon.it e non hai la pazienza di attendere l’arrivo del…

1 anno ago

Amazon Kindle Unlimited: cos’è e come funziona

Per chi non può fare a meno di leggere, Amazon ha creato Kindle Unlimited; un abbonamento mensile, che ti consente…

1 anno ago

Amazon Music Unlimited: tutto quello che devi sapere

Tra le ultime novità di casa Amazon c’è la possibilità di ascoltare musica durante tutti i momenti della giornata, a…

1 anno ago

This website uses cookies.