Un esempio di retail design a Salerno: Maja Desnuda

maja-desnuda-michele-citro-retail-design

Nella conquista di nuovi mercati da parte dei brand il retail design  è diventato di fondamentale importanza per realizzare un punto vendita di successo.

Ma che cos’è nello specifico il retail design?

Il retail design è l’evoluzione della più classica architettura e del moderno interior design ed ha come scopo quello di progettare nuovi spazi commerciali che coinvolgano il consumatore e  rispondano alle sue esigenze.

Nel progettare un negozio si devono tenere presenti i comportamenti e le reazioni emotive dei clienti, interpretare i gusti e i bisogni emotivi del mercato per poter soddisfare a pieno le esigenze di un determinato target di utilizzatori dei servizi o di acquirenti.

Come creare uno store che risponda ai principi di retail design

La creazione di uno store è una operazione molto complessa, innanzitutto è il frutto di studi di marketing  che coinvolgono la clientela, nello specifico si studia  l’impatto sul cliente delle luci, delle sensazioni olfattive, del colore.

Il mercato dell’acquisto è  in continua evoluzione, così come lo sono i gusti dei consumatori, e comporta quindi la necessità che le aziende modellino i propri punti vendita su quelli che sono i gusti e le preferenze del cliente, così da invogliarli allo shopping.

Maja Desnuda esempio di applicazione del retail design a Salerno

Un ottimo esempio di retail design applicato ad uno store lo troviamo a Salerno.

Qui sul Corso Vittorio Emanuele si trova Maja Desnuda Boutique, uno dei negozi storici di Salerno che l’architetto Michele Citro ha saputo rinnovare lasciando però intatta la sua anima più pura.
La boutique si rivolge alla donna moderna, dinamica ma che non vuole rinunciare alla sua essenza femminile.

L’architetto Michele Citro, un esperto del retail design a Salerno

L’architetto Michele Citro ha tenuto conto di queste peculiarità esaltandole, ha creato perciò un design sinestetico, capace di stimolare tutti i sensi vista, udito, tatto e olfatto attraverso forme, colori dei materiali utilizzati, musiche di sottofondo e profumi adatti all’ambiente.

I materiali utilizzati sono tutti ecocompatibili.
Legni coltivati col metodo della silvicoltura, pelle di pietra al 95% naturale, pannelli composti da fibre di legno provenienti da rifiuti forestali e residui di pino riciclato, vernici ad acqua e luci a led.

Michele Citro ha lavorato sulle caratteristiche che rendono unico lo shopping da Maja Desnuda creando uno store in sintonia con la sua clientela.

Un esempio di retail design a Salerno: Maja Desnuda ultima modifica: 2016-12-17T17:57:03+00:00 da Gianluca Punzi

Leave a Reply